Chiesa Monumentale di San Michele - sec. XVIII

La chiesa, costruita nel 1719, fu eretta per volere di Madre Serafina di Dio, che fece voto di costruire una chiesa per l’Arcangelo a seguito della sconfitta dei Turchi ad opera dell’Impero Austriaco. Caratterizzato da pianta ottagonale e a croce greca, l’interno trova il suo elemento più prezioso nel luminoso pavimento settecentesco in maioliche di Leonardo Chiaiese, sul quale è rappresentata la cacciata di Adamo ed Eva dal Paradiso Terrestre; l’opera non è calpestabile e si può osservare passando su una pedana che la circonda. E’ pregevole anche l’altare maggiore, in marmo, di Agostino Chirola su disegno dell'ingegnere Angelo Barletta, con il dipinto dell’Arcangelo Michele; sui lati vi sono due sculture di angeli, ugualmente in marmo. Inoltre, sopra l’altare è stata collocata una statua lignea dell’Immacolata. La Chiesa di San Michele costituisce uno dei maggiori emblemi del barocco napoletano; a breve distanza da qui si può continuare l’itinerario storico culturale della città visitando la Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli e la Chiesa di Santa Sofia, oggi sede parrocchiale. Indirizzo: Piazza San Nicola 80071 Anacapri – (NA) Tel: 081 8372396 Mail: info@chiesa-san-michele.com Sito: http://www.chiesa-san-michele.com/lg/it/index.htm Orario di apertura: Da Aprile a Settembre 09:00-19:00, Da Ottobre a Marzo 10:00-15:00 Giorni di chiusura: 27 Novembre - 8 Dicembre